“OH! DEMETRA_a mani nude nell’autunno” WORKSHOP

Originally posted on Alauda:
13, 14 e 15 Ottobre 2017/ Adelfia-Cassano Iscrizione entro venerdì 7/10/2017 ALAUDA Ottobre 2017 FORMAZIONE e CONDIVISIONE WORKSHOP “OH! DEMETRA_a mani nude nell’autunno” diretto da Iula Marzulli 13, 14 e 15 Ottobre 2017/ Adelfia-Cassano “Ahi sottil pena ahi ago ahi rovo e spina,/ ahi frangersi di stelo, ahi della foglia/ esaurirsi dello sguardo, ahi sparsa doglia/ di tutto il bosco che… Continua a leggere “OH! DEMETRA_a mani nude nell’autunno” WORKSHOP

Ghiannis Ritsos_come possono gli uomini vivere senza poesia?

Restaurazione Non amava affatto gli uccelli, i fiori, gli alberi diventati simboli delle idee, utilizzati inoltre da schieramenti opposti. Lui sentiva di riportarli al loro fondamento naturale. Le colombe, per esempio, non emblema di una varietà di convegni, ma begli uccelli erotici, dal passo lento, che continuano a baciarsi becco a becco nel mio cortile, e mi riempiono le mattonelle di escrementi e piume (mi … Continua a leggere Ghiannis Ritsos_come possono gli uomini vivere senza poesia?

Miglionico e le affinità elettive

“In questo lasciare e prendere, fuggire e ricercarsi, sembra davvero di vedere una determinazione superiore: si dà atto a tali esseri di una sorta di volontà e capacità di scelta, e si trova del tutto legittimo un termine tecnico come affinità elettive” da “Le affinità elettive” di Wolfgang Goethe Ci sono luoghi d’elezione, relazioni d’elezione, rapporti con cose ed esseri viventi d’elezione. Molti, molti anni … Continua a leggere Miglionico e le affinità elettive

Agosto

I dagli scogli sbuca la testa bionda di un giovane ragazzo il biondo fine dei suoi capelli apre le porte del sogno -l’odore delle spighe il suono delle canne al vento morbidi e sottili fogli d’oro rimasti sulla pelle dopo il delicato lavoro dell’incisore II il giovane ragazzo non sa quale amore conduce il suo corpo di quale tenerezza è rivestita la sua pelle, di … Continua a leggere Agosto

Nota di un pomeriggio d’estate

“In sostanza, l’intellettuale – per come io intendo il termine – non è né un pacificatore né un artefice del consenso, bensì qualcuno che ha scommesso tutta la sua esistenza sul senso critico, la consapevolezza di non essere disposto ad accettare le formule facili, i modelli prefabbricati, le conferme acquiescenti e compiacenti di ciò che i potenti e i benpensanti hanno da dire e di … Continua a leggere Nota di un pomeriggio d’estate