sono finalmente ritta, ben ritta

sono finalmente ritta, ben ritta sulle mie gambe non tentenno come le grandi cavallette ma sono eretta e svettante come colonna le colombe dal collare richiamano l’amore sopra la mia testa rido, conosco la morte per il troppo calore conosco il suono del respiro prossimo alla fine forse un piccolo timore è ancora rannicchiato nella mia mano destra perché la sinistra è libera di inseguire … Continua a leggere sono finalmente ritta, ben ritta

Vieni questa notte, a vedere come splendono le foglie

“vieni questa notte, a vedere come splendono le foglie la luna si allarga in un sorriso bianco; tutto è ampio e respira. Gazze e ghiandaie sugli stessi rami cercano stazioni d’amore” “come, this night, to see how the leaves shine and the moon opens itself in a white smile; everything breaths and is wide. On the same branches, are looking for stations of love, jays … Continua a leggere Vieni questa notte, a vedere come splendono le foglie

Autunno_esperimento #1

“Autunno_esperimento #1” è una performane sensoriale per voce e installazioni in accumulo che ruota sulla qualità dell’ascolto. Privando temporaneamente della vista lo spettatore si facilita un ascolto condiviso e si movimenta la proliferazione di immagini attraverso la stessa immaginazione, suggerita sia dai suoni che dalle parole. Le parole sono parte di un testo poetico a cura di Iula Marzulli, di cui un estratto a fine … Continua a leggere Autunno_esperimento #1

‘da poco passati i giorni del nostro anniversario’

  da poco passati i giorni del nostro anniversario la tua mancata nascita la mia mancata rinascita rimesto le carte, sempre le stesse, un due di picche con l’impiccato e l’imperatrice rivoltata   (La poesia è tratta dall’ultima ricerca poetica in corso che cerca la sintesi, la condensazione ed ha un interlocutore preciso che finisce con l’identificarsi in tanti interlocutori.) Continua a leggere ‘da poco passati i giorni del nostro anniversario’

Tre veglie per le distanze e una distensione dei ritorni

(Scritto nel 2009 nell’incudine delle insonnie. Celebriamo la fine del 2015 e riduciamo in cenere i resti) Prima veglia, nel giorno 5.1.2009 respiri veglia in forma di cerchi terra ulivi in dicembre mareggiata profondo in verso di cielo ciglia che tu inarchi uccelli, miriadi in volo amico delle stanze chiare prima del cominciamento fine degli incantamenti nuda rimasta, spoglia del tutto la tua caldissima fronte … Continua a leggere Tre veglie per le distanze e una distensione dei ritorni