Passando per Natale

Sono giorni di stasi. Come se dalla testa una enorme bolla rendesse i suoni ovattati, assenti. Un natale fantasma si aggira nei meandri della mia pelle. Mi vedo dormire tra gli adulti, ascoltare le loro voci fino ad addormentarmi. Non si parlava di guerre allora, oppure ero io, a non farci caso. Oggi la bolla smorza echi di violenze neanche poi così lontante ed ancora … Continua a leggere Passando per Natale

Notturno

Cammino veloce lungo la strada che mi porterà in campagna. Devo fare presto perchè ho pochi minuti di tempo. Tra pochissimo sarà sera ma ho bisogno di correre. Sono cambiate tante cose da allora. Le strade, il ponte, i binari, le colture eppure quell’odore… Corro, i muscoli sono sciolti; mi sentivo stanca e ora mi sembra di volare. Potrei correre ancora e ancora ma so … Continua a leggere Notturno

Gentile, come un unicorno

“Fatemi quello che siete” da “Antenata” di Mariangela Gualtieri Questa è la storia di un attraversamento. Un lento attraversamento che realizza una presa di coscienza, una conoscenza che non ha bisogno di nomi e avviene attraverso la pratica della performing art. Come può il lento passaggio di un corpo, che sfila davanti ai miei occhi, muovere un meccanismo di conoscenza? Forse avviene nel momento in … Continua a leggere Gentile, come un unicorno

To be or not to be Social

Ho fatto un errore, un errore di valutazione. Ho pensato di poter condividere una riflessione partita troppo di getto, troppo d’impulso, come quando si parla di fronte ad una persona. E questo pensiero personale l’ho espresso, cosa che faccio raramente, sul social network Facebook. Utilizzo Facebook per questioni di lavoro, essendo operatrice culturale e dovendo rendere visibili, ad una comunità ormai social-izzata, attività e laboratori … Continua a leggere To be or not to be Social

Se un giorno di settembre, nel bosco…

non è un esercizio da cronometrare. forse un appuntamento da mantenere è visione, aria, vita che entra ed esce dalla tua pelle, è un metodo per sentire. per richiamare i sensi dell’esistenza uscire dalla propria zona di comfort, conquistata da anni di lotta per l’emancipazione dell’uomo dalla natura, per il progresso e il sogno del corpo immortale uscire dalla propria zona ben limitata d’asfalto, luce … Continua a leggere Se un giorno di settembre, nel bosco…

La resistenza artistica nella rivoluzione siriana

La Siria continua il suo martirio che è anche il nostro, perché non possiamo ancora pensare, in questo nostro comune 2019, che ci siano eventi nel mondo che non ci riguardano. La morte delle culture, della terra, delle persone riguarda anche noi che viviamo illusoriamente al riparo dalla violenza delle guerre sul campo. La Siria, lo Yemen, la Palestina ma non solo, le sanguinose lotte … Continua a leggere La resistenza artistica nella rivoluzione siriana

Piccolo formato delle Predizioni

Un piccolissimo poema scritto nel 2015, dedicato “a mia madre, prima del diluvio” Piccolo formato delle Predizioni turn your lips into flowers collecting tears nei sentieri deserti you have never crossed the so called dear paths solo uccelli piumati e corolle di fiori bianchi a white sweet wet eye clearly laid on my tongue oh moon, so distant from the sea foam appari sfibrando le … Continua a leggere Piccolo formato delle Predizioni