Camminando con Emily

Nel lento recupero dei camminamenti di questi giorni, lascio che la luce che riverbera dalle piccole cose naturali lenisca i colpi. Costantemente ringrazio la terra che ancora i miei piedi attraversano, con tutte le sue forme, antropizzate o meno, che vi abitano, che si rigenerano e anche, muoiono. Ringrazio perché sono libera di attraversare il paese, di camminare lungo le stradine di campagna, di godere … Continua a leggere Camminando con Emily

Mahmud Darwish_La cella della prigione

Mahmud Darwish è uno dei poeti da me più amati. Un giorno mi prenderò il tempo e la calma di scrivere su quest’uomo, su questo poeta, il cui villaggio natio è stato letteralmente cancellato, a seguito dell’occupazione israeliana, dalla Palestina. Emblematica figura di poeta dell’esilio, come un altro poeta da me amato, Nazim Hikmet, nelle sue poesie esprime tutta la resistenza di un popolo che … Continua a leggere Mahmud Darwish_La cella della prigione

Parlate di luce

Un ringraziamento_o del bene ricevuto “non c’è una forma giusta ma tentativi e desideri e una dedizione nell’accordatura che non teme sbagli o smarrimenti a F.” due giorni molto intensi, che sono entrati quasi in sordina nella mia pelle già abbastanza smarrita, per gli odori della primavera, per un bisogno d’amore e di carezze, letto negli occhi della gente, occhi bellissimi forse anch’essi un po’ … Continua a leggere Parlate di luce

Massafra

Eccoci, qui, nella pancia della terra, ricolma di bocche, di semi, di acqua nei pozzi, nelle cavità raccolte sotto intrichi di rami. Massafra, la casa rimestata tante volte, un po’ amata e un po’ sofferta, la tua casa che solo per averti accolta mi è cara come tu lo sei. Giorni pieni questi, giorni dove l’ascolto e il dialogo sono indissolubilmente intrecciati, dove bocca nella … Continua a leggere Massafra

43 poeti per Ayotzinapa

Vivos se los llevaron, vivos los queremos La voce della poesia non ha un inizio né una fine. Chi scrive è già su di un solco cominciato nella notte dei tempi. Una poesia contiene mille e mille voci; in essa risiede un tempo disancorato, non progressivo ma fatto di pieghe su pieghe che aprono, chiudono, disvelano, accendono tempi diversi, mischiando passato, presente, futuro e ciò … Continua a leggere 43 poeti per Ayotzinapa

Per amore, solo per amore_Prima Parte

Perché nessuno parla d’amore? Perché eliminare dai discorsi e dalle questioni l’amore? Dovremmo partire da premesse ampie e dettagliate ma, seguendo un discorso che va per frammenti e suggestioni, porremo alcune domande, lasceremo alcune tracce che ruotano attorno alla questione amorosa. L’amore, amore tra gli esseri umani, amore tra gli esseri viventi, anche in relazione alle cose. Amore di sé. In tutti questi casi si … Continua a leggere Per amore, solo per amore_Prima Parte