Pollino mon amour, tappa Papasidero

Papasidero, paese calabro di appena 600-700 abitanti, attraversato dal fiume Lao. Papasidero, uno dei paesi che animano le isole urbane del Parco Nazionale del Pollino. Papasidero, paese di quell’Italia interna tanto citata da Franco Arminio, le cui viuzze ospitano gente che si conosce da anni e quasi tutti hanno un parente in comune e alcuni non ci sono più, e altri sono partiti. Papasidero un … Continua a leggere Pollino mon amour, tappa Papasidero

Come cani alla catena, ovvero, cani alla catena

31 ottobre 2018 L’argomento di oggi non è all’ordine del giorno nelle nostre pagine di giornale, nelle nostre ahimé innumerevoli lotte politiche e civili, né nei nostri pensieri quotidiani però è un argomento che ha a che fare con la nostra maniera di vivere le relazioni con noi stessi, con l’altro e con il mondo: cani alla catena. Cani alla catena va di pari passo … Continua a leggere Come cani alla catena, ovvero, cani alla catena

Corbezzoli!

“e gli uomini, appagati dei cibi nati spontaneamente, raccoglievano corbezzoli, fragole di monte, corniole, more nascoste tra le spine dei rovi e ghiande cadute dall’albero arioso di Giove” Ovidio, Metamorfosi Durante una corsa lungo una nuova stradina scoperta in campagna i miei occhi si sono lasciati irretire da macchie di colore rosso tra le foglie. Mi fermo, sicura di aver riconosciuto il frutto. Il frutto … Continua a leggere Corbezzoli!

Saharawi_voci del deserto

“sento un amore infinito per questa terra,  il Sahara” Larbi Lehbib Mohamed, artista Saharawi “Stato in esilio”: quando un intero popolo è esiliato dalla propria terra. Questo succede al popolo Saharawi, confinato nel deserto algerino da 40 anni. Difatti il Sahara occidentale è stato colonia spagnola prima e territorio strenuamente desiderato e occupato dal Marocco dopo. Lunga lista di desaparecidos alle spalle, tra cui emergono … Continua a leggere Saharawi_voci del deserto

Bari 21 settembre 2018_la banalità del male

Il passato colonialista italiano è una pagina ancora oscura e, per molti versi, sconosciuta per la grande maggioranza degli italiani oggi. Quasi mai accade che nei programmi scolastici vengano menzionate le “imprese” del colonialismo storico italiano verso la Libia, l’Eritrea, l’Etiopia o la Somalia. Queste pagine di storia vengono come obliate, semplicemente non esistono perché, si sa, italiani brava gente. I fenomeni di recrudescenza razzista … Continua a leggere Bari 21 settembre 2018_la banalità del male

Il Cantico dei Cantici_Roberto Latini

“Se mi ami, amami tutta” Dulce María Loynaz La primavera ritorna, e con lei, gli odori, i sensi risvegliati di una natura umana che anela all’amore. “Guardami”/ “Non guardarmi” chiede insistentemente la terra al sole che la bacia, le rende il calore attenuato negli inverni. “Guardami”/ “Non guardarmi” chiede l’attore e regista Roberto Latini al pubblico dopo aver intessuto un raffinato spettacolo teatrale. “Non guardarmi”/ … Continua a leggere Il Cantico dei Cantici_Roberto Latini

I nuovi mostri

Facebook è come una piazza dove l’opinione pubblica (temibile e da sempre fonte di disastri) è capace di tirare fuori dalla gente veri e propri mostri. E’ simile ad una piazza ma non lo è perché è più insidiosa e più agevole per coloro che evitano il confronto diretto e hanno agio di scrivere e dire la propria opinione senza alcuna documentazione o argomentazione esaustiva. … Continua a leggere I nuovi mostri