Dialogo con la poetessa Müesser Yeniay (it)

“il mio corpo, neve che si scioglie si mescola al tuo corpo” Contesto Correva l’anno 2015. Durante una ricerca sulla poesia turca, condotta per la performance della “Cuspide Malva”, ho conosciuto la poetessa Müesser Yeniay. Il poeta e artista Vito Intini mi aveva fatto leggere un libro: “Come cerchi sull’acqua”, curato dallo stesso Vito Intini e dal poeta turco Metin Cengiz. Si tratta di una … Continua a leggere Dialogo con la poetessa Müesser Yeniay (it)

il mio corpo

il mio corpo/quando tutto precipita/ e marciscono eserciti e l’uomo diventa spettro delle sue carogne/ il mio corpo/ quando tutto precipita/e violenza sulle bocche/ e tu che non guardi/ e tu che prendi senza domanda o rosa tra le ciglia/ il mio corpo/ tu vuoi il mio corpo/ come campo da controllare/ per disegnare i tuoi schemi d’attacco/ per far fiorire mine e medicamenti/ per … Continua a leggere il mio corpo

Corpi

Sto lavorando ad un nuovo progetto fotografico e poetico. Infondo giro e rigiro come una chiocciola su me stessa. In questi tempi bui, le domande e i pensieri si susseguono senza una direzione precisa. Cos’è la bellezza di cui tanto parliamo? Cosa è l’essere umano? Cosa significa diventare umani? La terra martoriata e bellissima, ostile e accogliente torna sempre con la figura della madre che … Continua a leggere Corpi

Movimento XXIV

Il testo fa parte della raccolta nata sotto il nome-pretesto “Colature”. Nome non definitivo e soggetto a diversi ripensamenti, dovuti alla molteplicità di sensi contenuti in questa parola e alle ripercussioni che essa crea.   XXIV dovrei, come rosa di breve vita sfiorire su questo mondo ma il corpo mio mi appare con tutta la sua pienezza e vacillo in me gli elementi hanno preso … Continua a leggere Movimento XXIV