Amore di plastica

aa

vorrei vedere come si vive
con una lingua di plastica nello stomaco
amore mio
se il mio stomaco duro
riesce a digerire il tuo amore

una lama che incide il suo segno
informata da inquieto distacco e lontananze

esso può divenire tana
di resti di bottiglie
linguette di alluminio
tracce di reti e nylon
oli e detersivi
gomma di scarpe e ruote
e bianche bottiglie di tutte le forme
come bianche cime innevate
tutte nel mio stomaco duro
lì dove si innesta
il lago-cielo celeste
di chi ci rese simile
all’impietosa perfezione degli dei

vorrei vedere amore
come gli organi si adattano
alla leggiadra armonia delle fettucce
e alla morbida sinuosità delle buste
come il mio cuore si modella
al contatto delle latte
come le tube fremono
alla lieve gentilezza di un cif

vorrei vedere, amore
e poi rivoltare il mio corpo
come un calzino abbandonato
e pensare che un falò senza diluvi
possa lasciare una cenere buona
per un germoglio che ancora non conosci

Annunci

Un pensiero su “Amore di plastica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...