preghiera

r 099 rito

dammi forza
forza di amare
forza di vivere
di semplicemente stare
in mezzo alle cose che muoiono
in mezzo alla nostra violenza quotidiana
alla tua rabbia alla mia inadeguatezza
in mezzo alle cose che fioriscono
e ancora e ancora germinano
dammi il vigore
delle gambe che sostengono i cieli
delle gambe pronte al cammino
dammi il vigore
di una gazzella che corre
più veloce del vento
del tormento di farcela
a restare qui
tra la mano che accarezza
e quella che divide
dammi la forza
della corteccia che riveste gli alberi
dammi il vigore
del sangue che pulsa nelle vene
perché io ecco, perché ecco
io muoio ogni giorno un poco
con le cose che muoiono
perché io ecco, perché ecco
io vivo ogni giorno un poco
con le cose che vivono
con le stelle, le albe
i tramonti che fuoriescono dalle labbra
le lune che migrano dalle ciglia
per il desiderio di essere amato
per le ginocchia malandate
per le scatole magiche
che custodiscono i sogni di Isalé
per l’amore delle cicale
nude e bagnate
ancora vicine alla loro vecchia pelle
per il presente e per le tue care parole
per le mie sorelle massacrate
per i delfini e le grandi balene
per i morti per i vivi
per la lavanda, ospite della casa
per la chiave appesa
per il tè offerto nel silenzio di Sebastya
per questa maledetta
per questa sacra
per questa forsennata urgenza
di essere vivi, di essere qui
come terra, come acqua
aria e fuoco che brucia
che in sé vive, si consuma
e sempre rinasce

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...