Alimono, resti_XII

ecco, sono qui
non conosco chi sono
io, non sono mai stata
ed ecco, sono qui

una bolla d’aria nelle correnti
nell’acqua calma
una bolla d’aria che risale
e silenziosa si offre
alla superficie

in questo strano incrocio
con le ferite sempre da leccare
con labbra che liberano serrature
con mani che abbattono muri
con tutti i limiti e i cedimenti
ecco, sono qui

tutto ciò che sono
tutto ciò che non sono
esplode con me
bolla d’aria
che all’aria torna

ecco, sono qui
tenace come lingua nella tua bocca
sono nei tuoi occhi
nel respiro delle tue ossa
nel cristallo delle parole
nella piega e nel sangue

nella violenza e nella paura
nell’amore e nella fiducia
ecco…ecco…

adesso vorrei parlarti
delle cose minute
delle api vicino alla mia finestra
dei narcisi e dell’albero reciso

vorrei con dita sicure
accarezzarti piano la fronte

nudi, la pelle diviene segno
cercherei il tuo osso
assieme apriremmo gli occhi
a ciò che non percepito
offre delizie
di una quotidiana resistenza

che se essa non fosse
a noi rimarrebbe sconosciuto
il peso e le sue oscillazioni
l’odore della terra fresca
il calore delle foglie

ecco…ecco…
il fantasma ci attraversa
il sogno trema tra le dita
e il tuo sorriso
sostiene i cieli

alimono bn dal film
immagine tratta dal video “Alimono” in lavorazione, 2015

Annunci

Un pensiero su “Alimono, resti_XII

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...