Teatro Poesia Resistenza_The Freedom Theatre Palestine

Ciò che ruota attorno e dentro al teatro, la poesia e la resistenza si manifesta attraverso ricerche differenti. Cerchiamo attraverso la pagina https://www.facebook.com/pages/UNDERGROUND_lab,  creata per promuovere un laboratorio di teatro, di captare..o catturare alcune immagini e impressioni provenienti da questo esporsi attraverso l’arte.

Cominciamo dai Territori Occupati Palestinesi, dove forte è il desiderio di farsi voce attraverso l’arte e il teatro e dove, al contempo, sono ugualmente forti le roccaforti che pian piano la guerra innalza per la difesa di una identità non riconosciuta e schiacciata. In questo ossimoro vive una generazione che vuole esporsi al mondo e allo stesso tempo, difende una ( o delle) identità spappolate dalla violenza dell’occupazione.

arna mer khamis Arna mer Khamis

Il teatro a cui accenniamo è il “Freedom Theatre” ispiratosi all’attività di Arna Mer Khamis, la quale lavorò durante la prima Intifada con i bambini, per l’attraversamento dei traumi legati alla guerra, attraverso l’arte e in modo specifico, il teatro. Il Freedom Theatre nasce nel 2006, e co-fondatore del teatro fu lo stesso figlio di Arna, Juliano Mer Khamis, assassinato nel 2011 e la cui morte è stata definita da George Ibrahim, direttore del Qasaba Theatre di Ramallah, “una lama conficcata nella testa”.

Di seguito alcune parole di Juliano Mer Khamis: “Non è necessario guarire i bambini a Jenin. Non stiamo cercando di guarire la loro violenza. Cerchiamo di trasformarla in modi più produttivi. E modi più produttivi non sono un’alternativa alla resistenza. Quello che stiamo facendo a teatro non è creare una sostituzione o una alternativa alla resistenza dei palestinesi che lottano per la liberazione, proprio l’opposto. Questo deve essere chiaro. Pensare in questo modo non aiuta certo il reperimento di fondi, perché non sono un assistente sociale, non sono un buon Ebreo intenzionato ad aiutare gli arabi, e non sono un palestinese filantropico che viene a sfamare i poveri. Ci uniamo, con tutti i mezzi, alla lotta per la liberazione del popolo palestinese, che è la nostra lotta di liberazione. . . . Non siamo guaritori. Non siamo buoni cristiani. Siamo combattenti per la libertà”.

mer khamis
Juliano Mer Khamis e i bambini al Freedom Theatre

Parole importanti se si pensa che “la liberazione del popolo palestinese” è anche “la nostra lotta di liberazione”. La lotta che ognuno ogni giorno affronta per resistere alla violenza sempre più schiacciante a cui l’essere umano sembra votarsi. Non si tratta della “questione palestinese”, isolata a quel lembo di terra, a quelle persone, a quegli ulivi, ma si tratta di una questione che riguarda tutti, e di tutti canta la liberazione.

The Freedom Theatre si trova nel campo rifugiati di Jenin. Nel suo repertorio ha numerosi spettacoli, tra cui “Alice in Wonderland” diretto dallo stesso Juliano Mer Khamis.

alice Alice in Wonderland, Freedom Theatre

Juliano Mer Khamis non era semplicemente a favore della causa palestinese, lavorava costantemente per una liberazione del pensiero e degli esseri umani tutti all’interno della comunità umana, a partire dai bambini, dalle donne, dagli esclusi. Nell’adattamento di Alice in Wonderland elaborato da Mer Khamis, Alice è una donna destinata ad un matrimonio combinato e nel suo sogno scopre di desiderare un altro mondo, dove si è liberi di vivere e di amare nel rispetto della propria e delle identità altrui.

“L’assedio” è lo spettacolo che il Freedom Theatre sta portando in Palestina e in Inghilterra nel 2015. Lo spettacolo è tratto da una storia realmente accaduta: l’assedio vissuto da un gruppo di combattenti palestinesi, durante la seconda Intifada, che avevano trovato rifugio nella Chiesta della Natività a Betlemme.

the siege L’assedio, Freedom Theatre

Fonti:
http://www.thefreedomtheatre.org/the-team/
http://www.lrb.co.uk/v35/n22/adam-shatz/the-life-and-death-of-juliano-mer-khamis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...