I libro dei silenzi_opera in divenire

questi

silenzi
coprono come un mattino d’autunno
le mie, le tue
parole

è l’avvento di una estate dove incendiano i deserti
e puri ossari celebrano
un lento consumarsi

tornerai come tornano le primavere
alle candide fonti
che ancora celebrano negli anfratti mai rivelati alla vista
la bellezza intatta dei cristalli

puri
cristalli
tintinnare di puri cristalli
un gioco per piccole dita
per le gazzelle
e per i passeri del pomeriggio


nel cavo delle bocche
la meridiana porta rapida verso il cuore

sgusciata da ogni pelle e suo preziosissimo sangue
non resta di me che
un avanzo
tra il sapore delle tue labbra
e spianate di foglie riverse
e muschio ancora
e ancora cupole di fiori bianchi
come bianchi questi banchi di nebbia
sulle campagne di dicembre

torneremo a scrivere
nei larghi bianchi precipizi
il tempo
come rabbiosa risacca
divorerà i solchi scavati
nella sabbia

tu, curvato sul bagnasciuga
non lascerai che il tuo corpo scivoli verso il mare
e con l’unghia gratterai nei granelli induriti
fino all’apparire della lettera

ciò che tu ora vedi
è una casa disamorata
dove ogni specchio è stato spezzato
e il non dicibile infranto

Annunci

Un pensiero su “I libro dei silenzi_opera in divenire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...